Trentino. Grande Guerra 1914-2014.
La storia è passata di qui e c'è rimasta.

stampa

Un soggiorno in Trentino sui luoghi che conservano le testimonianze della Grande Guerra.
In questa terra hanno combattuto centinaia di migliaia di soldati italiani e austriaci,
tedeschi, cechi, sloveni e ungheresi, inflesi e francesi.
Oggi sono luoghi di pace. Adesso siamo una sola Europa: conoscere, visitare,
ricordare ci serve a non fare mai più guerre. 



Itinerario 3 GIORNI in pullman

1° giorno
Al mattino ritrovo presso la sede della scuola e partenza in pullman per il Trentino. Arrivo  a Trento. La Prima Guerra Mondiale determinò l’annessione della città e del Trentino al regno d’Italia. Un passaggio fondamentale nella storia d’Italia che ha contribuito a fare di Trento una città dai mille volti e testimonianze con un ruolo di primaria importanza nel contesto politico – economico del Paese. Presso le Gallerie di Piedicastello potrete visitare l’esposizione de "La Grande Guerra sul grande schermo". Un viaggio nella rappresentazione cinematografica della prima Guerra Mondiale dal 1914 ai giorni nostri. La mostra che si sviluppa lungo 300 metri della galleria nera, è realizzata in collaborazione con il museo nazionale del cinema di Torino, la cineteca del Friuli, la cineteca nazionale, l’istituto Luce e Rai Storia. Si potrà proseguire con la visita del castello del Buonconsiglio, fortilizio posto a controllo della strada per la Germania; residenza dei vescovi prima e dopo il concilio; carcere e luogo di morte dei patrioti di Trento italiana nel corso della prima guerra mondiale. A fine visita  sistemazione in albergo a Trento o dintorni, cena e pernottamento.

2° giorno
Prima colazione. La mattina è dedicata alla scoperta a piedi dell’interessante Centro Storico: da piazza del Duomo a via Bellenzani fino alla Chiesa di S. Maria Maggiore. A seguire visita del Muse, Museo delle Scienze, progetto architettonico di Renzo Piano. Il percorso espositivo usa la metafora della montagna per raccontare la vita sulla Terra. Le collezioni naturalistiche e archeologiche del Museo delle Scienze comprendono circa 5 milioni di reperti di origine prevalentemente trentina, raccolti a partire dal XIX secolo. Al termine trasferimento in pullman fino a Rovereto per la visita del Museo Storico Italiano della Guerra. Il Museo fu ideato nel 1919 per ricordare il conflitto da poco concluso, che aveva riunito il Trentino d’Italia. Il Museo ha sede nel quattrocentesco castello di Rovereto. Oltre alle importanti esposizioni permanenti sulla Grande Guerra potrete vedere la mostra temporanea  "Pasubio 1915/1918", uno dei campi di battaglia più tormentati. Dopo aver reso omaggio alla Campana dei Caduti, sul piazzale panoramico del colle di Maravalle, rientro in albergo, cena e pernottamento.

3° giorno
Prima colazione e carico bagagli. Partenza per gli Altipiani Cimbri, i monti che fanno corona alle città di Trento e Rovereto. Visita al Forte Belvedere – Gschwent, realizzato dal Genio militare austro ungarico con il compito di difendere Trento da eventuali attacchi italiani. Oggi la fortezza si presenta al visitatore quale museo degli eventi più drammatici della Grande Guerra. Colpi d’artiglieria, comandi, possenti mura in calcestruzzo, animate da suoni umani, segni luminosi che comunicano con le fortificazioni vicine. Tutto questo accade grazie al progetto la Fortezza delle emozioni: ambienti sensibili multimediali per architetture di guerra in tempo di pace. Partenza per il viaggio di ritorno con arrivo in serata presso la sede della scuola.


Quota individuale 2016/2017 da Milano: € 135,00 
(minimo 30 partecipanti paganti)

La quota comprende
• viaggio ed escursioni con pullman G.T. 
• sistemazione a Trento o dintorni in albergo categoria 3 stelle
• 2 mezze pensioni 
• 3 gratuità 
• assicurazione

Supplementi facoltativi (a persona)
• visita guidata di Trento (mezza giornata): € 4,50